La filiera


La mandria è composta da due tipi di bestiame: la frisona pezzata bianco-rossa e la frisona pezzata bianco-nera. La frisona bianco-rossa si caratterizza per la produzione di un latte con elevata percentuale di caseina tipo KBB (circa il 50%), la più pregiata. Le frisone bianco e nere hanno invece una percentuale della medesima caseina più contenuta (circa il 20%). Le percentuali rimanenti, in entrambe le razze, sono equamente divise fra altri due tipi di caseine, la KAA e la KAB. La caseina KBB è facilmente coagulante per cui un’elevata concentrazione della stessa non sarebbe la soluzione ideale in termini di produzione. Viceversa, un corretto mix delle tre caseine, porta ad avere un latte che rappresenta l’ottimale per la produzione di Parmigiano- Reggiano. La mandria composta all’incirca del 50% di entrambe le razze porta Agrizoo ad avere quindi una giusta miscela in 3 parti pressoché uguali delle 3 caseine KAA, KAB, KBB. Il latte che viene prodotto ha la caratteristica di essere leggermente più grasso rispetto ad altri tipi di latte che non hanno questo mix. Il risultato é un parmigiano-reggiano particolarmente dolce al palato, che non lascia retrogusti piccanti o amari, né sgradevoli residui in bocca. Agrizoo, ligia al suo comandamento della filiera a ciclo chiuso, non acquista bestiame dall’esterno motivo per cui la rimonta è rigorosamente interna.

 

 


L’alimentazione degli animali: i foraggi e gli alimenti di cui si nutrono gli animali provengono esclusivamente da agricoltura biologica che vieta l’utilizzo di concimi chimici, diserbanti, antiparassitari, insetticidi e sono O.G.M. Free. L’allevamento e il benessere degli animali: gli animali sono allevati in regime di stabulazione libera con lattiera permanente. Tre sono le categorie di bestiame suddiviso: vacche in lattazione, vacche in asciutta e manze gravide. Queste ultime due categorie, fra il settimo e l’ottavo mese di gravidanza vengono messe al pascolo, sempre stagione permettendo. Le cure veterinarie: gli animali sono curati secondo i principi della medicina omeopatica. La lavorazione del latte: il latte da agricoltura biologica viene lavorato utilizzando caglio privo di conservanti. La lavorazione avviene in caldaie ed in recipienti riservati alla trasformazione biologica e perciò separati dagli altri processi produttivi. La tracciabilità e la certificazione: tutti passaggi così eseguiti (identificazione degli animali, alimentazione, allevamento, trasformazione) permettono la piena tracciabilità del prodotto e sono certificati in base alle disposizioni di legge per la produzione e trasformazione dei prodotti da agricoltura biologica (Reg. CEE 2092/91).